Seguimi in Twitter Seguimi in Facebook Seguimi in Pinterest Seguimi in LinkedIn Seguimi in Google+ seguimi  in stumbleupon Sottoscrivi il feed

social media, acquisti, internet fotografia, digitale, instagram, edicola, on line parlamento italiano, stipendi, edicola, on line salar, uyuni, bolivia, peru zona euro, italia Cina, manager, economia, globalizzazione arte moderna, monumenti futuristici, Jugoslavia giulio andreotti, politica, maffia africa, XXI secolo, edicola, on line pulitzer, foto, premio

febbraio 20, 2010

Wuala, lo storage sharing sociale basato sul peer-to-peer.
Su Wuala è possibile condividere qualsiasi file, con tutti, con gli amici o in privato.

Tutti i file sono crittografati e non c'è limite di dimensione nè di traffico.

Cosa significa dire che è uno storage sociale? sostanzialmente, tutti gli iscritti a Wuala condividono uno spazio sul loro hard disk che faccia da archivio per tutti i file caricati su Wuala.
Il funzionamento è basato sul peertopeer quindi se io scarico un file, i riferimenti al download di questo file sono su tutti i computer degli utenti registrati a Quala che condividono il loro spazio, un po' come avviene con Emule.

Wuala è una applicazione free per Windows, Mac e Linux per l'archiviazione online.

A differenza dei tradizionali sistemi di archiviazione online, Wuala è decentralizzata e può sfruttare le risorse dei computer degli iscritti per costruire un grande, sicuro e affidabile servizio di archiviazione online.

È possibile utilizzare Wuala per caricare i file e accedere da qualsiasi altro luogo, si può utilizzare per la condivisione di file come ad esempio foto, video, musica, documenti. Inoltre, è possibile pubblicare i file per il mondo intero a vedere.

I file possono essere quindi anche condivisi in area pubblica dove è possibile cercare ciò che altre persone hanno pubblicato.Questo ci porta a dire che, nel caso il servizio funzioni e sia veloce, si aprirà uno sharing di file che soppianterà Emule e tutti i servizi per scaricare file protetti da copyright come film di prima visione e software piratati.

Aggiornamento: Wuala, oltre ad essere una applicazione per desktop, funziona anche online senza scaricare nulla ma usando direttamente il suo sito internet.

Wuala è la sintesi perfetta che prende il meglio da due programmi molto più noti al grande pubblico: Dropsend e Mozy.

I tre siti permettono lo storage (archiviazione) di un certo numero di file in rete con il duplice vantaggio di averli a disposizione da qualsiasi computer collegato alla rete e di poter aumentare lo spazio che abbiamo a disposizione sul nostro hard disk.

L'idea che sta dietro a Wuala è sicuramente vincente: sfruttando un algoritmo, infatti, è in grado di mettere a disposizione della propria rete di utenti lo spazio inutilizzato che risiede sul loro disco fisso e che hanno deciso di mettere a disposizione della rete.
Questo spazio, sommato a quello messo a disposizione dallo stesso Wuala, permette di mantenere i costi del servizio bassi (o di erogare il servizio addirittura gratuitamente come vedremo più avanti) perché non c'è bisogno di gestire grandi data-centre.

Invece di pagare una certa somma mensile o annulae per avere a disposizione dello spazio di archiviazione e condivisione dei propri file, infatti, gli utenti possono decidere di destinare una parte del loro disco fisso alla condivisione su Wuala. Se, ad esempio, volete condividere con gli altri user 50GB del vostro spazio, avrete in cambio gli stessi giga di spazio virtuale con la comodità che potrete accedervi da qualsiasi computer collegato ad internet.

Non c'è alcun obbligo, comunque, a condividere i propri giga di spazio su disco perché Wuala offre a tutti gratuitamente la possibilità di poter usufruire di 1 GB di spazio che viene offerto dal team che ha sviluppato l'innovativo sito. Questo spazio regalato, poi, sale addirittura a ben 6 giga se segnalerete Wuala ai vostri amici.
Se ti è piaciuto l'articolo , iscriviti al feed cliccando sull'immagine sottostante per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

febbraio 19, 2010

Internet News: Bavaglio per la rete italiana, ritorna lo spettro di un nuovo DDL mentre in Gran Bretagna linkare non è reato.
UK, se linkare non è reato

Un sito britannico è stato scagionato dalle accuse di violazione della legge sul copyright. Avrebbe fatto semplicemente da contenitore di link, anche se verso contenuti illeciti
Roma - C'è chi ha sottolineato come si tratti di una caso molto simile a quello che ha coinvolto il tracker musicale OiNK, sia nei capi d'accusa da parte dell'industria che nella risoluzione finale del caso stesso. Una corte britannica ha stabilito che la diffusione online di link a contenuti illegali non costituisce di fatto un'attività illecita, non violando in maniera diretta i principi a tutela del copyright.

Il sito TV-Links.co.uk non ha quindi facilitato in alcun modo la violazione del diritto d'autore a mezzo video, non certo inserendo sul suo spazio online una serie di collegamenti ipertestuali a piattaforme come YouTube, Veoh e DailyMotion. I responsabili del sito britannico - tra cui il suo creatore e proprietario David Rock - non sono quindi condannabili per frode e violazione delle leggi locali a tutela del copyright.

Per la verità, queste leggi non avevano mai condannato il sito. Come spiegato dallo stesso David Rock - arrestato dalla polizia britannica nel 2007 - non esiste alcun principio legale che preveda la violazione del copyright attraverso l'uso di link a contenuti ospitati su piattaforme terze. Infatti Rock aveva dichiarato di non aver mai tenuto nascosto il suo ID, non vedendo alcunchè di male in ciò che stava facendo.

Non della stessa opinione, i rappresentanti della Federation Against Copyright Theft (FACT) che avevano trascinato il sito in tribunale per concorso evidente di colpa. Un tribunale britannico ha ora scagionato Rock e TV-Links proprio per essere stati semplici e neutri traghettatori di indirizzi.


Ritorna lo spettro della R-E-T-T-I-F-I-C-A.



Ci risiamo, purtroppo. Il prossimo 3 marzo scadrà il termine per la presentazione degli emendamenti all’ormai famoso disegno di legge Alfano in materia di intercettazioni che, al suo comma 28 dell’art. 1 prevede l’obbligo di rettifica per tutti i “siti informatici”.

Il timore che la Rete possa essere “chiusa per rettifica” come scrivevo la scorsa estate, dunque, torna a farsi concreto.

In assenza di emendamenti, infatti, il testo del DDL intercettazioni, rischia di diventare legge nella sua attuale formulazione con la conseguenza di imporre all’intera blogosfera italiana ed a milioni di gestori di siti internet di vivere con la mano su mouse e tastiera per l’eventualità in cui qualcuno chieda la rettifica.

All’epoca, raccolte le voci e le richieste della Rete, l’Italia dei valori presentò un emendamento che escludeva dall’ambito di applicazione della disciplina in tema di obbligo di rettifica, i “siti informatici”.

Altri, nel PDL pronisero di presentare un ordine del giorno.

A questo punto si ricomincia tutto da capo: serve un emendamento e serve in fretta.

fonte: Guido Scorza
Se ti è piaciuto l'articolo , iscriviti al feed cliccando sull'immagine sottostante per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:






febbraio 18, 2010

Come personalizzare Firefox e adattarlo perfettamente al tuo stile di navigazione.
Ci sono migliaia di modi per personalizzare Firefox e adattarlo perfettamente al tuo stile di navigazione.

Oltre 5000 componenti aggiuntivi gratuiti che ti permettono di personalizzare Firefox e adattarlo alle tue esigenze.

I numeri:


* 1810888690 componenti aggiuntivi scaricati
* 178174131 componenti aggiuntivi in uso

Raccolte

Le raccolte sono uno strumento per suddividere in categorie, combinare e associare i componenti aggiuntivi. Puoi abbonarti alle raccolte pubblicate da altri utenti o crearne di tue.

Raccolte più popolari

Windows 7 Theme for Firefox 3.5 Windows 7 Theme for Firefox 3.5
Seamlessly Perfect Windows 7 Theme for Firefox 3.5 - Google Tweaked - Time Conserving add-ons (skip screen, showcase, smarterfox) - Stylish Add-on with Styles list!

11 componenti aggiuntivi 39317 iscritti

Web Developer's Toolbox Web Developer's Toolbox
Speed up the development process by using add-ons to troubleshoot, edit, and debug web projects without ever clicking away from Firefox.

11 componenti aggiuntivi 8586 iscritti
Reference Desk Reference Desk
Make the librarian jealous with add-ons that help students, researchers or anyone with a tough question find and document all the answers.

8 componenti aggiuntivi 5874 iscritti
Lifehacker's Must-Have Extensions Lifehacker's Must-Have Extensions
Ten broadly useful extensions, as detailed at: http://bit.ly/10Xxc (There are technically 10, but Gears can't be installed from Mozilla's site)

9 componenti aggiuntivi 4130 iscritti
Better Pack Better Pack
Lifehacker's "Better" add-ons, compiling multiple Greasemonkey tweaks for YouTube, Reader, Gmail, Google Calendar, Flickr, and other sites.

6 componenti aggiuntivi 2740 iscritti
Add-on Collector


C'è un nuovo modo per gestire e trovare i tuoi componenti aggiuntivi preferiti. Commenta, condividi e sincronizza le raccolte, tutto direttamente dal tuo browser.


Se ti è piaciuto l'articolo , iscriviti al feed cliccando sull'immagine sottostante per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

febbraio 03, 2010

Google ti regala 75 euro per creare la tua campagna pay per click su Google AdWords.
Interessante notizia, di questi giorni, da parte di Google, dedicata a chi utilizza Google Adsense è vuole provare Adwords.

Google ti mette a disposizione un coupon da 75 euro per creare, in completa autonomia, la tua campagna pay per click su Google AdWords.

Scegli le parole chiave più adatte e definisci il budget di spesa giornaliero.

Tutti coloro che effettueranno ricerche su Google, utilizzando le parole chiave che hai indicato, potranno vedere comparire il tuo annuncio accanto ai risultati della ricerca e tu pagherai solo nel momento in cui riceverai un click!

Cos'è Google AdWords?

AdWords è il programma pubblicitario di Google che ti permette di raggiungere in maniera semplice e mirata gli utenti che effettuano ricerche su internet.

Quando un utente inserisce una parola chiave collegata al tuo prodotto o servizio, il tuo annuncio può apparire tra i collegamenti sponsorizzati.


In questo modo i tuoi annunci saranno visualizzati solo da quegli utenti veramente interessati a ciò che offri! Per saperne di più guarda il video qui a lato.
Segui questi semplici passaggi, per ottenere il tuo codice:

1. Se sei un nuovo utente, registra o trasferisci un dominio con Tophost.it, mentre per tutti coloro che sono gia' clienti Tophost, basta effettuare il rinnovo di un prodotto.
2. Una volta che l'attivazione, il trasferimento o il rinnovo sarà andato a buon fine riceverai via e-mail il codice per ottenere lo sconto di 50 € su Google AdWords.
3. Vai alla pagina http://adwords.google.it e clicca il pulsante "Fai clic qui per iniziare".
4. Crea il tuo account Google AdWords, seguendo la procedura guidata.
5. Dopo aver verificato il tuo account, inserisci i dati relativi alla campagna che vuoi lanciare.
* • Il paese in cui vuoi lanciare la promozione e la lingua parlata dai tuoi potenziali clienti
o • Il testo del messaggio pubblicitario che vuoi pubblicare e l'indirizzo del tuo sito web
o • Le parole chiave con cui vuoi farti trovare su Google
o • Il tuo budget giornaliero e costo per clic (non esiste un budget o CPC minimo)
6. Inserisci i dati richiesti relativi al pagamento e alla fatturazione. Questi dati verranno usati solo se supererai i tuoi 50 Euro di credito gratuito. Inserisci il codice del voucher dove indicato e comincia la tua pubblicità con Google AdWords!

Se sei già un utente AdSense sicuramente hai ricevuto (o riceverai nei prossimi giorni) a casa la lettera di Google accompagnando la cartolina con il tagliando omaggio e il codice da inserire.

Se ti è piaciuto l'articolo , iscriviti al feed cliccando sull'immagine sottostante per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:


Raccomandati Se Ti Piacciono

Natura & Ambiente

Italia Photo Gallery

Internet, Software,Tech & SEO