Seguimi in Twitter Seguimi in Facebook Seguimi in Pinterest Seguimi in LinkedIn Seguimi in Google+ seguimi  in stumbleupon Sottoscrivi il feed

social media, acquisti, internet fotografia, digitale, instagram, edicola, on line parlamento italiano, stipendi, edicola, on line salar, uyuni, bolivia, peru zona euro, italia Cina, manager, economia, globalizzazione arte moderna, monumenti futuristici, Jugoslavia giulio andreotti, politica, maffia africa, XXI secolo, edicola, on line pulitzer, foto, premio

ottobre 19, 2012

Ansaldo Energia, la cordata Fsi-imprenditori punta a una quota di minoranza.

ansaldo fsiIl Fondo strategico italiano punta a una quota di minoranza. Fondo strategico italiano (di Cassa depositi e prestiti) è sceso in campo e ha fatto cordata con alcuni imprenditori industriali puntando a una quota di minoranza significativa di Ansaldo Energia, la società partecipata al 55% da Finmeccanica e al 45% dal fondo statunitense First Reserve.

Fsi assieme ai Gruppi Energia Brescia (coordinato dal Gruppo Camozzi) e Acciaierie Venete e dall'imprenditore Davide Usberti hanno sottoscritto venerdì 12 ottobre un memorandum d'intesa per «un possibile investimento di minoranza significativa in Ansaldo Energia».

Obiettivo di Fsi è formalizzare «una manifestazione di interesse congiunta e non vincolante, e verificare con Finmeccanica la sussistenza delle condizioni per giungere ad un accordo vincolante nel breve termine».

Azienda leader nel settore.
L'interesse per Ansaldo Energia, ha spiegato la cordata, si basa sulla convinzione che sia «un'azienda leader nel suo settore, dotata di un forte patrimonio tecnologico e di un'importante presenza internazionale, guidata da un management team di alto valore».

E ancora, che Ansaldo Energia «possa essere un operatore di successo indipendente nel suo settore di riferimento con forti prospettive di crescita e divenire un polo aggregante di altre realtà aziendali a valore aggiunto a livello nazionale ed internazionale».

Se l'operazione andrà in porto, la cordata si è detta pronta a «valutare ulteriori investimenti diretti in Ansaldo Energia a supporto dello sviluppo industriale».

Siemens punta al 100%.
siemens-sede
La cordata italiana è scesa in campo dove la tedesca Siemens, che ha già avviato colloqui con Finmeccanica per acquistare il 100% della società genovese per 1,3 miliardi di euro. Denaro che farebbe gola al gruppo di aerospazio e difesa il cui piano di dismissioni delle attività civili previsto per il 2012 per 1 miliardo di euro è parte integrante della strategia di razionalizzazione e valorizzazione del portafoglio di business e serve a ridurre il debito di 2,3 miliardi di euro.

Cronologia del colosso tedesco.
1847: Werner von Siemens costruisce il suo primo telegrafo; a Berlino viene fondata la Telegraphenbauanstalt Siemens & Halske (compagnia di costruzione telegrafi)
1848: si costruisce la prima linea telegrafica tra Berlino e Francoforte
1855: Carl von Siemens, fratello di Werner, fonda la divisione russa di Siemens
1879: prima linea ferroviaria elettrificata
1912: viene prodotto il primo motore aeronautico
1924: posa dei primi impianti semaforici in Germania
1935: la partecipata Telefunken produce il primo apparecchio televisivo
1944: completamento del primo acceleratore di elettroni da 6 MeV
1967: con la Robert Bosch GmbH costituisce una joint-venture denominata BSH Bosch und Siemens Hausgeräte GmbH, per la produzione di elettrodomestici
1985: inizia la produzione di telefoni cellulari
1990: Siemens acquista Nixdorf Computer e la ridenomina Siemens Nixdorf, divisione che produce personal computer
1999: in collaborazione con Fujitsu viene fondata la joint-venture Fujitsu Siemens Computers, la divisione semiconduttori viene ridenominata Infineon Technologies, infine la divisione servizi bancari viene venduta e diventa Wincor Nixdorf.
2005: Siemens cede al colosso di Taiwan BenQ la divisione Siemens Mobile Phones che produce cellulari e diventa BenQ-Siemens: l'azienda fallirà nel 2006, dopo il rifiuto di BenQ di rifinanziare la divisione tedesca.
2006: Siemens annuncia l'acquisizione di Bayer Diagnostics. Il 19 giugno 2006 Siemens e Nokia annunciano la fusione dei reparti Networks (Nokia) e Communications (Siemens), entrambe operanti nel settore forniture di apparecchiature e relativi servizi ad operatori di telecomunicazioni, che sfocerà nella creazione della joint-venture Nokia Siemens Networks. Nokia Siemens Networks (NSN) inizia a lanciare i suoi prodotti a partire dal 1º aprile 2007.
2009: Vende a Fujitsu la sua quota della società Fujitsu Siemens Computers che diviene Fujitsu Technology Solutions.
ansaldo nel mondo
Fatturato per 3,5 mld.
Il gruppo di imprenditori che affiancano Fsi è attivo nei settori della meccanica, della metallurgia e del gas e presenta, in aggregato, un fatturato di oltre 3,5 miliardi di euro e oltre 11 mila dipendenti.
Il Gruppo Energia Brescia (Geb), coordinato dal Gruppo Camozzi, comprende i gruppi Niboli, Omr, Atb, Streparava e Gabeca; Camozzi è un gruppo di aziende riconosciute tra i leader nei settori dell'automazione, macchine utensili, macchine tessili, energia e trasformazione delle materie prime, sfruttando la competenza del personale e le tecnologie più avanzate.

Il Gruppo Acciaierie Venete è un'azienda siderurgica leader basata a Padova, che produce acciaio in qualità impiegato nei settori dell'industria automobilistica, meccanica, dell'energia e delle costruzioni. L'imprenditore Davide Usberti è azionista di controllo, tra l'altro, del Gruppo GasPlus, che opera nel mercato dell'energia, dalla ricerca e produzione di idrocarburi alla fornitura di gas a case ed aziende, in Italia ed all'estero.
 
Ricerca personalizzata
 
Se ti è piaciuto l'articolo , iscriviti al feed cliccando sull'immagine sottostante per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog: 

0 commenti:

Raccomandati Se Ti Piacciono

Natura & Ambiente

Italia Photo Gallery

Internet, Software,Tech & SEO