Seguimi in Twitter Seguimi in Facebook Seguimi in Pinterest Seguimi in LinkedIn Seguimi in Google+ seguimi  in stumbleupon Sottoscrivi il feed

social media, acquisti, internet fotografia, digitale, instagram, edicola, on line parlamento italiano, stipendi, edicola, on line salar, uyuni, bolivia, peru zona euro, italia Cina, manager, economia, globalizzazione arte moderna, monumenti futuristici, Jugoslavia giulio andreotti, politica, maffia africa, XXI secolo, edicola, on line pulitzer, foto, premio

gennaio 29, 2015

Oggi la Germania è la locomotiva di un’Europa in piena decadenza.

Freddo polare in arrivo dall’oriente siberiano: le previsioni annunciano il gelo, ma solo per pochi giorni; dopo la stagione si farà più mite e poi si spera in un tempo sereno, anche se l’aggettivo ha assunto ultimamente un significato non proprio rassicurante. Ne sa qualcosa Enrico Letta che venne liquidato con un invito ormai celebre che inaugurò l’era renziana.

Anche qui le previsioni non man­cano travalicando le bizzarrie meteorologiche e investendo in pieno l’orizzonte politico.

Su quello economico meglio sorvolare per non aggiungere un velo di tristezza alle angustie quotidiane da cui non si scorgono all’evidenza credibili vie di uscita. L’attenzione è puntata sulla successione al ver­tice dello stato che viene data per certa secondo modalità che dovrebbero essere spiegate dal presi­dente della repubblica nel messaggio alla nazione proprio per questo più atteso del solito.

porta di brandeburgo

Sono passati venticinque anni dalla caduta del muro di Berlino che diede l’avvio alla riunificazione tedesca e alla dissoluzione dell’impero sovietico; oggi la Germania è la locomotiva di un’Europa in piena decadenza e la Russia ha riacquistato il suo ruolo di potenza mondiale in contrapposizione a un occidente che non riesce a parlare la stessa lingua nemmeno nel vecchio continente, che pure si è dotato di organismi istituzionali comuni e in buona parte usa la stessa moneta.

Tutto ciò unifica ma non unisce e, alla resa dei conti, ognuno bada a se stesso e va per la propria strada. La speranza è sempre giustificata anche quando le circostanze non la incoraggiano; per il futuro non ci sarebbe che affidarsi alla classica palla di vetro. Ma una certezza rimane ed è che poco dopo l’inizio dell’anno arriverà la Befana sulla cui serietà si deve fare sicuro affidamento.

Se ti è piaciuto l'articolo , iscriviti al feed cliccando sull'immagine sottostante per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

0 commenti:

Raccomandati Se Ti Piacciono

Natura & Ambiente

Italia Photo Gallery

Internet, Software,Tech & SEO