Seguimi in Twitter Seguimi in Facebook Seguimi in Pinterest Seguimi in LinkedIn Seguimi in Google+ seguimi  in stumbleupon Sottoscrivi il feed

social media, acquisti, internet fotografia, digitale, instagram, edicola, on line parlamento italiano, stipendi, edicola, on line salar, uyuni, bolivia, peru zona euro, italia Cina, manager, economia, globalizzazione arte moderna, monumenti futuristici, Jugoslavia giulio andreotti, politica, maffia africa, XXI secolo, edicola, on line pulitzer, foto, premio

giugno 05, 2009

Dieci regole per aumentare traffico e visibilità online su Google

Questa nuova risorsa online pubblica 118 fattori SEO positivi e negativi che possono influenzare l'indicizzazione del vostro sito sulle pagine dei risultati della ricerca con Google. Tali fattori sono raggruppati tra: "on page" ed "off page" (link che vengono da altri siti, fattori, questi, supportati nel recente Google patent, che appaiono in verde).

Tali fattori sono stati pazientemente raccolti da Vaughn Aubuchon, che ha esplorato e ricercato tra le centinaia di intuizioni degli esperti SEO, all'interno dei principali forum di SEO e webmaster.

DEM Poker For Money

Dato che questa risorsa così utile non indicizza i fattori in ogni modo, lasciando a voi lo stabilire il livello d'importanza ed il potenziale effettivo di ognuno, ho estratto per voi i 10 fattori chiave verso cui credo dovreste indirizzarvi e li ho classificati in ordine di importanza.

  1. Parole chiave nell'URL e nel nome del dominio
    Sebbene molti esperti tradizionali di motori di ricerca si siano dimostrati molto riluttanti nell'ammettere e riconoscere questo fattore, si spiega quasi da sola l'influenza tangibile nell'aumento della rilevanza nei risultati di Google. Le parole chiave nell'URL indicano che le parole chiave sono usate nel nome del file della pagina pubblicata. Lo stesso accade per il dominio del sito. Maggiormente esso è in sintonia con il vero contenuto che fornisce, migliori saranno i benefici.

  2. Parole chiave nella tag del titolo
    La pagina contenente il titolo resta uno dei fattori di indicizzazione più alti. Nulla di nuovo sotto il sole, ma prestate attenzione a come create i vostri titoli in modo da mettere in pratica questo principio.

  3. Freschezza delle pagine
    A Google piace il contenuto sempre nuovo.

  4. Freschezza - Quantità del cambiamento dei contenuti
    Avete molto contenuto vecchio e solo poche pagine appaiono ogni tanto, oppure avete molto contenuto nuovo che esce costantemente insieme ad un adeguato numero di pagine datate? Google preferisce la seconda opzione.
  1. Frequenza degli aggiornamenti
    Più frequentemente aggiornate e cambiate il vostro contenuto (fino ad un certo punto, poi diventa un fattore negativo) e meglio è. Sebbene questa sia una mia speculazione, mi aspetterei di vedere siti di notizie che cambiano la loro home page più volte al giorno (fino ad arrivare a quelli che lo fanno ogni ora), per essere meglio indicizzati.

  2. Popolarità ("backlinks")
    Si tratta del numero totale dei link che puntano al vostro sito da altri. Per misurare il vostro, andate su Yahoo Search e digitate: linksite:www.your-domain.com oppure linkdomain:www.yourdomainname.com, oppure controllate una di queste altre opzioni.

  3. Anchor Text per link in arrivo
    Uno dei fattori più efficaci che influenzano l'indicizzazione sulle pagine dei risultati di Google. Il trucco è di avere link verso di voi da altri siti, usando come testo àncora, al link che punta a voi, le parole chiave specifiche per le quali volete ottenere maggiori risultati e visibilità. Per esempio, se io volessi che questo mio sito (MasterNewMedia.org), ottenesse un aumento all'interno delle pagine dei risultati di Google, relativamente alle richieste sugli "strumenti per la comunicazione", avrei bisogno che un numero significativo di altri siti linkassero a me, usando le parole "strumenti per la comunicazione" nel testo dei link.

  4. Tendenze sul traffico
    E' risaputo che, attraverso la toolbar di Google, utilizzata da molti milioni di utenti, Google traccia dati statistici relativi alle tendenze del traffico sui siti singoli ed è inoltre in gado di avere una panoramica su come sta andando un qualsiasi sito. Questi dati dovrebbero essere simili, sia nei vantaggi che nelle limitazioni, ai dati pubblicati da Alexa (ora di proprietà di Amazon.com), che fornisce anche tendenze sul traffico in generale per qualsiasi sito su internet (anche in questo caso i dati sono raccolti dai comportamenti degli utenti che utilizzano toolbar selezionate).

    Riguardo al comportamento degli utenti (bookmark, tempo impiegato, come abbandonano), Google è in grado di tracciare il comportamento individuale su molti siti per milioni di utenti di Internet. In base a questi dati statistici, Google considera il bookmarking del sito per visitatori, per tempo passato sul sito, i metodi che gli utenti utilizzano per lasciare il sito e molti altri fattori considerati rilevanti nella valutazione della credibilità di un sito.

  5. Dategli tempo
    Siccome Google dà un'importanza fondamentale all'"età" del vostro sito, (gli spammer di solito non durano molto), per stabilire la sua indicizzazione e la credibilità, una buona regola generale è quella di dare abbastanza tempo ad un sito per assestarsi. Coloro che si aspettano risultati strabilianti in breve tempo, potrebbero rimanere facilmente delusi, ma se lavorate attorno a questi punti di cui sopra in modo sistematico e consistente, i risultati arriveranno davvero.
  6. Ci sono altri 98 fattori che potete verificare in questa grande ricerca pubblicata una settimana fa.

    Andate a vedere.

Infine, tenete anche presente che il modo migliore e più veloce per rientrare nell'indicizzazione di Google è quello di utilizzare i programmi Google Adwords e Adsense, che danno la possibilità al vostro sito di essere catturato nella rete di Google nel giro di pochi minuti. "Il vostro sito verrà testato inizialmente con un "test di odore". Se fate un buon odore siete dentro."

Se questo non è possibile, l'unica altra soluzione (ma potrebbe richiedere alcuni mesi) è quella di essere linkato da un altro sito, possibilmente un con una buona indicizzazione di Google e Page Rank. Ricordate davvero che DOVETE avere almeno un link che viene da un altro sito, di cui Google è a conoscenza, anche per RIMANERE nell'indice.

Grazie a Vaughn Aubuchon per questo eccellente sommario, un formato di contenuto e di distribuzione che personalmente trovo molto efficace.

I sommari ed i riferimenti per gli approfondimenti sono molto utili sia per i lettori, in termini di valore e profondità, sia per l'editore, in termini di qualità e quantità di traffico specifico che può arrivare per periodi di tempo molto estesi.

fonte: mastermedia

Ultime notizie, foto, video e approfondimenti su: cronaca, politica, economia, regioni, mondo, sport, calcio, cultura e tecnologia.

0 commenti:

Raccomandati Se Ti Piacciono

Natura & Ambiente

Italia Photo Gallery

Internet, Software,Tech & SEO