Seguimi in Twitter Seguimi in Facebook Seguimi in Pinterest Seguimi in LinkedIn Seguimi in Google+ seguimi  in stumbleupon Sottoscrivi il feed

social media, acquisti, internet fotografia, digitale, instagram, edicola, on line parlamento italiano, stipendi, edicola, on line salar, uyuni, bolivia, peru zona euro, italia Cina, manager, economia, globalizzazione arte moderna, monumenti futuristici, Jugoslavia giulio andreotti, politica, maffia africa, XXI secolo, edicola, on line pulitzer, foto, premio

giugno 08, 2011

Giornata mondiale dell’ ipv6: Google, Bing e Facebook provano il nuovo protocollo.

L'Internet Protocol (IP) è il linguaggio utilizzato dai computer per comunicare tra loro su Internet; funziona in modo molto simile ai numeri di telefono, che ci consentono di collegare tra loro i telefoni.

IPv6 è la nuova versione dell'Internet Protocol. Gli indirizzi utilizzati dalla versione corrente dell'Internet Protocol, IPv4, sono quasi esauriti. Noi di Google riteniamo che il protocollo IPv6 sia fondamentale per garantire la buona condizione e apertura di Internet. Infatti, consentendo a tutti i dispositivi collegati in rete di comunicare tra loro direttamente, IPv6 consentirà l'innovazione e la crescita costante di Internet.

In telecomunicazioni e informatica il protocollo di rete IPv6 è la versione dell'Internet Protocol designata come successore dell'IPv4. Esso introduce alcuni nuovi servizi e semplifica molto la configurazione e la gestione delle reti IP.

La sua caratteristica più importante è il più ampio spazio di indirizzamento: poiché questi riserva 128 bit per gli indirizzi IP, IPv6 gestisce 2128 (circa 3,4 × 1038) indirizzi, mentre IPv4, che consente un numero di bit per l'indirizzamento pari ad un quarto di quelli per IPv6, ossia 32, gestisce soltanto 232 (circa 4 × 109) indirizzi. Quantificando con un esempio, per ogni metro quadrato di superficie terrestre, ci sono 666.000.000.000.000.000.000.000 indirizzi IPv6 unici (cioè 666 000 miliardi di miliardi), ma solo 0,000007 IPv4 (cioè solo 7 IPv4 ogni milione di metri quadrati). L'adozione su vasta scala di IPv6 e quindi del formato per gli indirizzi IP risolverebbe senz'altro il problema dell'esaurimento degli indirizzi IPv4 peraltro già avvenuto a partire dai primi mesi del 2011 in varie parti del mondo.

Giornata mondiale di IPv6

Attualmente la maggior parte dei siti web utilizza soltanto IPv4. Ma l'8 giugno del 2011, la Giornata mondiale di IPv6 icona Nuova finestra (sito solo in inglese), le più importanti società web, comprese Google, Facebook, Yahoo! e Bing, attiveranno IPv6 sui loro siti web principali per 24 ore. IPv6 verrà affiancato a IPv4 quindi, se non hai IPv6, non preoccuparti perché potrai semplicemente utilizzare IPv4 come al solito.

Problemi di connettività IPv6

Oltre il 99,9% degli utenti non ha problemi con i siti web IPv6. Tuttavia, in rari casi gli utenti potrebbero avere attivato IPv6, che però non funziona correttamente. L'8 giugno questo malfunzionamento potrebbe causare ritardi e problemi di connessione durante la visita di Google e di altri siti web partecipanti.
I problemi di connettività IPv6 sono generalmente causati da dispositivi per reti domestiche configurati scorrettamente o che funzionano in modo anomalo (ad esempio i router), da bug dei sistemi operativi o da problemi delle reti dell'ISP. Spesso è possibile risolvere il problema soltanto eseguendo l'upgrade dei router o sostituendoli ed eseguendo l'upgrade dei sistemi operativi. I problemi potrebbero anche essere risolti dall'ISP. È però possibile aggirare il problema utilizzando IPv4.
Se si verificano dei ritardi durante la connessione a siti web IPv6, puoi aggirare il problema adottando una delle seguenti soluzioni:
  • Utilizza un sito web soltanto IPv4, se disponibile. Ad esempio, puoi accedere a Google all'indirizzo ipv4.google.com anziché www.google.com.
  • Esegui l'upgrade all'ultima versione del browser. Le versioni precedenti di tanti browser hanno dei bug noti relativi a IPv6, mentre le versioni più recenti potrebbero disporre di soluzioni per problemi relativi alla connettività IPv6 in sistemi operativi, router e reti di ISP.
  • Installa un browser che comprenda soluzioni per problemi di connettività IPv6, ad esempio Google Chrome.
Se i problemi di connettività persistono, ecco alcuni suggerimenti aggiuntivi per i sistemi operativi comuni:
Windows 7/Windows Vista
Prova una delle seguenti soluzioni:
  • Disattiva le interfacce dei tunnel IPv6. Le interfacce dei tunnel sono meno affidabili rispetto alla connettività IPv4 o IPv6 nativa. Puoi disattivarle scaricando Microsoft Fix it 50412.
  • Configura il tuo computer per l'utilizzo di IPv4 anziché di IPv6. A tale scopo, scarica Microsoft Fix it 50410.
Per ulteriori informazioni, visita il sito Supporto tecnico Microsoft icona Nuova finestra.
Windows XP
Disinstalla il protocollo IPv6 procedendo nel seguente modo:
  1. Fai clic su Start.
  2. Seleziona Pannello di controllo.
  3. Fai clic su Rete e connessioni Internet.
  4. Apri Connessioni di rete.
  5. Fai clic con il pulsante destro del mouse su qualsiasi connessione alla rete locale, quindi fai clic su Proprietà.
  6. Seleziona Microsoft TCP/IP versione 6 nell'elenco dei componenti installati, quindi fai clic su Disinstalla.
  7. Seleziona nella finestra di dialogo Disinstalla Microsoft TCP/IP versione 6.
  8. Fai clic su Chiudi per salvare le modifiche apportate alla connessione di rete.
Per informazioni più dettagliate, visita il sito Windows XP Professional Product Documentation icona Nuova finestra (solo in inglese).
Mac
Prova una delle seguenti soluzioni:
  • Esegui l'upgrade del sistema operativo a OS X 10.6.5 o versioni successive.
  • Disattiva IPv6 procedendo nel seguente modo:
    1. Fai clic sul menu del logo Apple.
    2. Seleziona Preferenze di Sistema.
    3. Seleziona Network. Se il lucchetto è chiuso, fai clic sopra per abilitare le modifiche.
    4. Fai clic su Avanzate.
    5. Fai clic su TCP/IP e imposta Configura IPv6 su Spenta.


Se ti è piaciuto l'articolo , iscriviti al feed cliccando sull'immagine sottostante per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:



fonte: L'Espresso

Ricerca personalizzata

Se ti è piaciuto l'articolo , iscriviti al feed cliccando sull'immagine sottostante per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:



0 commenti:

Raccomandati Se Ti Piacciono

Natura & Ambiente

Italia Photo Gallery

Internet, Software,Tech & SEO