Seguimi in Twitter Seguimi in Facebook Seguimi in Pinterest Seguimi in LinkedIn Seguimi in Google+ seguimi  in stumbleupon Sottoscrivi il feed

social media, acquisti, internet fotografia, digitale, instagram, edicola, on line parlamento italiano, stipendi, edicola, on line salar, uyuni, bolivia, peru zona euro, italia Cina, manager, economia, globalizzazione arte moderna, monumenti futuristici, Jugoslavia giulio andreotti, politica, maffia africa, XXI secolo, edicola, on line pulitzer, foto, premio

settembre 04, 2014

L’Edicola on Line: I 10 articoli più letti nel mese di Agosto 2014.

1.- Il doodle di Google ricorda Anders Jonas Ångström.

Il doodle di Google ricorda Anders Jonas Ångström.

Anders Jonas Ångström (Lögdö, 13 agosto 1814 – Uppsala, 21 giugno 1874) è stato un fisico svedese, uno dei fondatori della scienza della spettroscopia. Venne nominato direttore dell'Osservatorio Astronomico di Uppsala nel 1843 e sempre a Uppsala divenne professore di fisica nel 1858. Scrisse sul calore, il magnetismo e, soprattutto, di ottica. La sua combinazione dello spettroscopio con la

Leggi il resto dell'articolo... »

2.- La colpa dell’Argentina è una sola: resistere al Fondo Monetario Internazionale e alla Banca Mondiale.

La colpa dell’Argentina è una sola: resistere al Fondo Monetario Internazionale e alla Banca Mondiale.

Il 31 luglio scorso tutta la stampa italiana ha riportato la notizia del nuovo default argentino. Titoloni e titoloni sul Paese latinoamericano nuovamente insolvente, su uno Stato che per la seconda volta in 13 anni si ritroverebbe in bancarotta. La narrazione (tossica) era ovunque identica: l’Argentina inaffidabile che ancora una volta colpiva il mercato. Ma se abbandoniamo gli occhiali dei

Leggi il resto dell'articolo... »

 

3.- Così funzionano gli affari sporchi del calcio.

Così funzionano gli affari sporchi del calcio.

Esiste una Spectre globale nel mondo del calcio, in grado di condizionare il destino dei giocatori e creare immense provviste di denaro in nero, riciclare i soldi della criminalità organizzata e fare favori al mondo politico? Sì, secondo i documenti racconti dal Gaft, il Gruppo anti riciclaggio del G7, che ha lanciato l’allarme sul rischio inquinamento dello sport più seguito al mondo. E’ una

Leggi il resto dell'articolo... »

 

4.- Più di 300 miliardi spesi per pagare gli interessi sul proprio debito pubblico.

Più di 300 miliardi spesi per pagare gli interessi sul proprio debito pubblico.

Più di 300 miliardi in quattro anni. E’ quanto l’Italia ha speso, dal 2010 al 2013, per pagare gli interessi sul proprio debito pubblico. Il dato arriva dall’Istat, che ha trasmesso alla Commissione Europea la notifica sull’indebitamento netto e sul debito delle amministrazioni pubbliche italiane, in applicazione del protocollo sulla procedura per i deficit eccessivi annesso al Trattato di

Leggi il resto dell'articolo... »

 

5.- Fiat saluta l'Italia dopo 115 anni e il fisco sta a guardare.

Fiat saluta l'Italia dopo 115 anni e il fisco sta a guardare.

Approvata a maggioranza con oltre l'80% del capitale la fusione con Chrysler. Con 501 milioni di azioni che hanno votato a favore, 100 milioni contrarie e 3 milioni di astenuti, è passata l'operazione che porta la Fiat al di fuori dai confini nazionali. L'assemblea degli azionisti del Lingotto, riunita per l'ultima volta a Torino, ha dato il suo via libera a  Fca, la nuova società da 4,7

Leggi il resto dell'articolo... »

 

6.- Fecondazione in vetro cinese con poco più di 14mila euro: il mercato nero degli ovociti.

Fecondazione in vetro cinese con poco più di 14mila euro: il mercato nero degli ovociti.

La fecondazione in vitro in Cina sta avendo un boom al limite della legalità. Oggi circa 40 milioni di cinesi sono sterili. Una percentuale che è salita a tra il 10 e il 15 per cento delle coppie, contro l'appena 3 per cento di vent'anni fa. E siccome le donazioni di ovociti non sono abbastanza per soddisfare le richieste del mercato, ecco che compare il traffico e la compravendita illegale. “

Leggi il resto dell'articolo... »

 

7.- Le incredibili sculture flessibili di carta di Li Hongbo.

Le incredibili sculture flessibili di carta di Li Hongbo.

Dimentichiamo per un attimo le stampanti 3D: è la carta la nuova frontiera dell’arte grazie al lavoro sapiente di un mastro libraio cinese. Nato a Jilin, nella Cina nordorientale, Li Hongbo vive a Pechino e alla recente fiera Art Miami (dicembre 2013) ha conquistato collezionisti, curatori e galleristi con le sue camaleontiche sculture low-tech di carta. Le sue opere sono riproduzioni di: “

Leggi il resto dell'articolo... »

 

8.- The Vatican Connection e l’Oro del Vaticano: le losche attività di un uomo chiamato Licio Gelli.

The Vatican Connection e l’Oro del Vaticano: le losche attività di un uomo chiamato Licio Gelli.

I tabulati della loggia massonica Propaganda 2 vengono trovati nel marzo 1981 nella casa di Licio Gelli (ex fascista e repubblichino, collaboratore da sempre dei servizi segreti americani), durante le indagini giudiziarie sul caso Sindona. L'allora presidente del Consiglio, Forlani, si rifiutò di pubblicizzarli: fu la commissione parlamentare Sindona a farlo. Gli iscritti alla P2 erano 953, ne

Leggi il resto dell'articolo... »

 

9.- The Vatican Connection e l’Oro del Vaticano: il ruolo di Michele Sindona.

The Vatican Connection e l’Oro del Vaticano: il ruolo di Michele Sindona.

Consulente finanziario del Vaticano e della mafia italo-americana (in particolare la famiglia Gambino), il finanziere siciliano Sindona negli anni '60 diviene un protagonista del mercato finanziario americano. Sospettato negli Usa di essere coinvolto nel traffico internazionale di stupefacenti e legato ad ambienti mafiosi, Sindona può continuare a gestire i suoi affari grazie ai rapporti con la

Leggi il resto dell'articolo... »

 

10.- Vatican Connection e l’Oro del Vaticano: Monsignor Paul Casimir Marcinkus.

Vatican Connection e l’Oro del Vaticano: Monsignor Paul Casimir Marcinkus.

Di origine lituana, nato a Cicero, nei sobborghi di Chicago, il 15 gennaio 1922, studiò teologia a Roma divenendo sacerdote nel 1947. Negli anni ‘50 lavorò nella sezione inglese della Segreteria di Stato vaticana. Lì Marcinkus conobbe Giovanni Battista Montini, che nel 1963 divenne Papa col nome di Paolo VI. Sotto il pontificato di Montini la carriera di Marcinkus, sponsorizzata anche dal

Leggi il resto dell'articolo... »

Se ti è piaciuto l'articolo , iscriviti al feed cliccando sull'immagine sottostante per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

0 commenti:

Raccomandati Se Ti Piacciono

Natura & Ambiente

Italia Photo Gallery

Internet, Software,Tech & SEO